Dove siamo

I dintorni

Contatti


 

 

 

 

     torna alla Home

    pagina precedente

                                                                      SANTA SEVERA

La localitÓ denominata S. Severa Ŕ molto antica: fa la sua prima comparsa nella documentazione nell'anno 939, ma in realtÓ insiste sui resti dell'antico centro etrusco-romano di Pyrgi. La zona archeologica si trova appena fuori le mura di Santa Severa, vicino al castello. Qui sono riemerse le fondamenta del Tempio di Leucothea e i resti di una serie di svariati edifici. L'antico porto era collegato a Cerveteri tramite una grande strada monumentale abbellita da numerose strutture templari, molto frequentate da mercanti cartaginesi come anche documenta una lamina d'oro con dedica bilingue dedicata alla dea Astarte. Tale lamina e una serie di reperti archeologici ritrovati nell'area sono in parte conservati nel Museo Nazionale Etrusco di Villa Giulia a Roma, i rimanenti resti sono invece conservati nell'Antiquarium vicino all'area degli scavi archeologici. Il castello Ŕ originario dell'anno Mille, anche se ha subito una serie di successivi rifacimenti ben evidenti nel triplice giro d mura: infatti, le pi¨ interne risalgono al '300, le intermedie datano 1500 mentre esterne sono originarie del '700. La piccola fortezza, con un villaggio al suo interno, ha pianta quadrata con due possenti torri cilindriche e altre due quadrate. Il maschio cilindrico viene collegato alla struttura principale solo tramite una semplice passerella. Nei periodi estivi il castello ospita concerti, mostre e diversi spettacoli.